L’affermazione che gli integratori di omega 3 abbiano delle controindicazioni è errata

Gli integratori di omega 3 offrono benefici, ma possono avere anche delle controindicazioni in alcuni casi. Scopriamo di più al riguardo, così da capire se questi possono fare al caso vostro.

Benefici e controindicazioni degli omega 3, 6 e 9

Molto spesso, la vita frenetica di tutti i giorni non ci permette di consumare tutti quegli alimenti di cui abbiamo bisogno, apportando il giusto quantitativo di macronutrienti. Proprio per questo, ad esempio, dobbiamo scegliere degli integratori di omega 3 di qualità che ci possono aiutare a correggere le carenze nutrizionali. Potrete assumere questi nutrienti per regolarizzare il colesterolo, idratare meglio la pelle e renderla più tonica, ma anche per prevenire le infiammazioni articolari e dei muscoli. Naturalmente, bisogna sempre consultare il proprio medico per capire se siete dei soggetti che con l’assunzione supplementare di integratori di omega 3, 6 e 9 incorrete in delle controindicazioni. Ad esempio, alcuni soggetti che assumono omega 3 hanno notato la pancia gonfia: in tal caso, il vostro dottore potrà ridurre la dose degli acidi grassi essenziali, così da trovare un buon compromesso.

Omega 3: come assumerli?

Quando l’alimentazione quotidiana non riesce a fornirci il quantitativo corretto di omega 3 è fondamentale intervenire con l’assunzione di integratori omega 3, evitando naturalmente le controindicazioni da sovradosaggio. Seguendo le direttive del vostro medico, potrete affiancare alla vostra dieta degli ottimi integratori come quelli di Mosqueta’s. Se vi state chiedendo come assumerli, i nostri omega 3 si possono prendere da 2 a 6 capsule al massimo, durante i pasti. Con queste dosi, sarete certi di non andare incontro a fastidiose problematiche.

Gli omega-3 per quanto tempo si possono prendere

Come abbiamo detto più volte, è molto importante adottare per il proprio organismo una dieta varia, ma se non doveste riuscire in ciò, potreste comunque far affidamento su integratori di omega 3 di qualità come quelli di Mosqueta’s. Ma per quanto tempo si possono prendere gli omega-3? In realtà, non esiste una regola aurea: bensì, è fondamentale consultare il proprio medico per valutare la persistenza della carenza. In questo modo, potrete prendere gli integratori di omega 3 senza incorrere nelle controindicazioni!

Gli omega-3 fanno male al fegato?

Sono continui gli studi per capire se gli acidi grassi polinsaturi sono davvero da considerare dei grandi alleati per l’uomo. Tra le domande più frequenti però vi è proprio quella se gli stessi omega-3 fanno male al fegato. Ad oggi non vi è una risposta al quesito, anche se è possibile sapere con certezza che non vi sono controindicazioni con gli integratori di omega 3 riscontrate in alcuna ricerca. Anzi, degli studi hanno evidenziato che in presenza di malattie specifiche, gli acidi grassi essenziali sono in grado di ridurre il livello dei grassi in questo organo.

Omega-3: effetti collaterali a lungo termine

Come avviene per ogni tipo di cosa, l’esagerazione fa male e, anche nel caso di un sovradosaggio a lungo termine degli omega-3 si possono verificare degli effetti collaterali (più comunemente a livello intestinale). Ci teniamo a ribadire, comunque, quanto sia importante consultare un professionista che conosce le vostre condizioni di salute. In questa maniera, assumendo gli integratori di omega 3 non si rischierà di fare i conti con le potenziali controindicazioni subendo eventuali (ed indesiderabili) effetti collaterali.

Scoprite il miglior omega 3 per il colesterolo

Se vi state chiedendo dove è possibile trovare il miglior prodotto con omega 3 per combattere il colesterolo o prendersi cura della propria salute, vi suggeriamo di dare un’occhiata al nostro portale. Potrete acquistare i nostri integratori vegetali Omegarosa e Omegarosa plus per sconfiggere un’eventuale carenza nutrizionale con un prodotto di qualità, preparato con l’esclusivo olio di rosa mosqueta biologico. Si tratta di un ingrediente ricco di acidi grassi polinsaturi proveniente dalla pregiata specie botanica! Il nostro suggerimento, però, è sempre di consultare il vostro dottore o farmacista di fiducia per poter capire se siete dei soggetti che possono incorrere in controindicazioni con l’assunzione degli integratori di omega 3. In questo modo, potrete esser tranquilli di assumerli con tutti i benefici del caso e senza conseguenze indesiderabili.