L’omega 3 preso contro il colesterolo non ha alcuna controindicazione

Vi siete chiesti se gli omega 3 per trattare il colesterolo alto possano comportare controindicazioni? La risposta è ovviamente no, a patto di tenere presenti alcune considerazioni fondamentali.

Gli omega 3 per il colesterolo alto non presentano controindicazioni

Le buone abitudini alimentari quotidiane ci aiutano a mantenere in perfetta salute il nostro organismo. Talvolta, però, capita di dover usare gli omega 3 contro il colesterolo alto domandandosi se vi siano controindicazioni: in linea di principio, la risposta è negativa. Solo in alcuni casi specifici, l’integrazione di omega 3 contro il colesterolo o altre problematiche – se associata a farmaci anticoagulanti – può porre un potenziale problema. Alcuni chiedono anche se gli omega-3 abbiano controindicazioni per la prostata o fanno male al fegato e, anche in questo caso, a patto di rispettare le dosi consigliate, la risposta è no. In ogni caso, vi ricordiamo di scegliere sempre il miglior omega 3 per il colesterolo, evitando quegli integratori che non offrono un buon rapporto tra qualità e prezzo. Se volete approfittare dei benefici degli omega 3 per dimagrire (in associazione con l’attività fisica) o altri scopi, vi rammentiamo di non superare il dosaggio raccomandato di 2-6 capsule al giorno. Gli omega 3 e 6 hanno tanti benefici e controindicazioni inesistenti, se usati in modo corretto. A questo proposito, se volete integrare gli omega-3 ma non sapete per quanto tempo assumerli, vi ricordiamo che non ci sono limiti temporali standard: ma per ogni domanda mirata, non esitate mai a consultare il vostro medico.